IGIENE E PREVENZIONE DELLE MALATTIE DEL CAVO ORALE


PREVENIRE E' MEGLIO CHE CURARE

La salute dei nostri amici animali inizia dalla bocca, che come per noi andrebbe controllata con costanza e regolarità.Spesso il proprietario di pet nel corso degli anni riscontra alitosi, gengive arrossate, denti gialli e macchiati. Nei casi più gravi l’animale può perdere saliva dalla bocca, avere gengive sanguinanti, grattarsi il muso e, nei casi peggiori presentare ascessi fino avere difficoltà ad alimentarsi. Tutti questi sintomi sono dovuti a gengiviti e parodontopatie, secondarie all'accumulo incontrollato del tartaro, che di frequente comportano lesioni dolorose e la perdita degli elementi dentali.

Accade purtroppo di frequente che si riscontrino di soffi cardiaci secondari a endocarditi , che vedono la loro origine nel distacco di emboli settici dal tartaro presente nel cavo orale. Un' accurata prevenzione può quindi evitare complicazioni anche molto gravi.


 



Sfortunatamente le malattie del cavo orale, pur provocando lesioni gravi, possono essere sottovalutate dal proprietario che si attiva solo quando l'alitosi è imponente e la deposizione del tartaro massiccia.


Eseguire pulizie regolari dei denti con spazzolino o altri strumenti può aiutare a prevenire e ridurre la deposizione del tartaro, ma una volta instauratosi il processo patologico, gli effetti di tale pratica non permettono di salvaguardare la salute della bocca.




Sfortunatamente le malattie del cavo orale, pur provocando lesioni gravi, possono essere sottovalutate dal proprietario che si attiva solo quando l'alitosi è imponente e la deposizione del tartaro massiccia.


Eseguire pulizie regolari dei denti con spazzolino o altri strumenti può aiutare a prevenire e ridurre la deposizione del tartaro, ma una volta instauratosi il processo patologico, gli effetti di tale pratica non permettono di salvaguardare la salute della bocca.




Sfortunatamente le malattie del cavo orale, pur provocando lesioni gravi, possono essere sottovalutate dal proprietario che si attiva solo quando l'alitosi è imponente e la deposizione del tartaro massiccia.


Eseguire pulizie regolari dei denti con spazzolino o altri strumenti può aiutare a prevenire e ridurre la deposizione del tartaro, ma una volta instauratosi il processo patologico, gli effetti di tale pratica non permettono di salvaguardare la salute della bocca.


DETARTRASI : una procedura specialistica.

Effettuare una visita specialistica e una pulizia dei denti mediante ablatore, sono atti medico veterinari. Talvolta pratiche maldestre effettuate da operatori non sanitari, oltre che sottoporre il malcapitato pet a sedute dolorose, peggiorano le patologie gengivali e accelerano la caduta dei denti.

La detartrasi è un intervento costituito da passaggi standardizzati quali ablazione del tartaro, lucidatura della superficie dentale, ispezione degli elementi dentali, sondaggio gengivale e se necessario esame radiografico endorale.

Tutto ciò deve essere eseguito con il paziente sedato e/o anestetizzato al fine di eliminare il dolore e garantire una duratura riuscita dell'intervento .



ABLAZIONE DEL TARTARO E LUCIDATURA DELLA SUPERFICIE DENTALE


ISPEZIONE DEGLI ELEMENTI DENTALI E SONDAGGIO GENGIVALE